26 Maggio 2019
[]
Musiche
percorso: Home

MUSICHE

Mi sono reso conto che mi risulta più facile scrivere ascoltando musica. E che la musica che ascolto influenza quello che scrivo.
Mi aiuta a dare più ritmo alla storia, più mistero, più romanticismo e più passione, più tristezza o più allegria.
Ecco i brani che dovete ringraziare se vi piace quello che scrivo.
PETER GABRIEL - BOOK OF LOVE
Io l´ho scoperta vedendo l´ultima puntata del telefilm Scrubs, anche se in realtà Peter Gabriel l´aveva registrata nel 2004 per la colonna sonora del film "Shall we dance", rifacendo una canzone dei Magnetic Fields.
Ve la propongo con le immagini del telefilm, anche se per chi non l´ha mai seguito non avranno significato.
Nel caso, limitatevi a gustarvi la canzone.

The book of love is long and boring - No one can lift the damn thing
It´s full of charts and facts and figures and instructions for dancing
But I - I love it when you read to me
And you - You can read me anything

The book of love has music in it - In fact that´s where music comes from
Some of it is just transcendental - Some of it is just really dumb
But I - I love it when you sing to me
And you - You can sing me anything

The book of love is long and boring - And written very long ago
It´s full of flowers and heart-shaped boxes - And things we´re all too young to know
But I - I love it when you give me things
And you - You ought to give me wedding rings
And I - I love it when you give me things
And you - You ought to give me wedding rings
And I - I love it when you give me things
And you - You ought to give me wedding rings
You ought to give me wedding rings
PETER GABRIEL - FATHER, SON
Nella stesura di "Padri senza Figli" ho (ri)scoperto la musica di Peter Gabriel che mi ha tenuto a lungo compagnia. E una canzone in particolare, come si può intuire dal titolo, sento legata indissolubilmente a quello che ho scritto.

Father, son - Locked as one - In this empty room
Spine against spine - Yours against mine - Till the warmth comes through

Remember the breakwaters down by the waves
I first found my courage - Knowing daddy could save - I could hold back the tide
With my dad by my side

Dogs, plows and bows - We move through each pose - Struggling in our separate ways
Mantras and hymns - Unfolding limbs - Looking for release through the pain

And the yogi´s eyes are open - Looking up above - He too is dreaming of his daddy´s love
With his dad by his side - Got his dad by his side

Can you recall - How you took me to school
We couldn´t talk much at all - It´s been so many years
And now these tears - Guess I´m still a child

Out on the moors - We take a pause - See how far we have come
You´re moving quite slow - How far can we go - Father and son

With my dad by my side - With my dad by my side -
Got my dad by my side - With me
KINGS OF LEON - USE SOMEBODY
Un´altra scoperta che ho fatto durante la stesura del libro sono stati i Kings of Leon, di cui questa è sicuramente la canzone più famosa.

E per me anche la più bella.

JEFF BUCKLEY - HALLELUJAH
Credo che questa sia una delle canzoni più utilizzate nelle colonne sonore di film e telefilm.

Un motivo ci sarà.

La canzone in realtà non è sua ma cantata da Jeff Buckley è ancora più bella.
COLDPLAY - VIVA LA VIDA
La miglior canzone che abbiano mai scritto.

30 SECONDS TO MARS - CLOSER TO THE EDGE
Se vi sentite tristi, depressi, annoiati, stanchi, insomma se il vostro morale non è alle stelle e avete bisogno di qualcosa che vi dia la carica, ci sono alcune canzoni che funzionano benissimo.
Questa è una di quelle.

PEARL JAM - WISHLIST
Abbiamo tutti tanti desideri,
qualcuno si è avverato, qualcuno si avvererà e qualcun altro rimarrà tale.
L´importante è non avere rimpianti.


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]